La mia VFNO è iniziata alle 18, fermata MM Conciliazione. Aspetto un amica per andare da Rubertelli  per una piega gentilmente omaggiata dal sito Uala (consiglio di iscriversi, è il secondo anno che scrocco una piega omaggio). Appena arriva mi dice “prendiamo la metro” e io, cascando dal pero, le dico “ma no il parrucchiere è qui”. Morale, io avevo prenotato da un parrucchiere e lei da un altro …. anche in orari differenti. Risata e di corsa verso i rispettivi parrucchieri. Stordite! 5 minuti di camminata e arrivo. Essendo in anticipo di 30 minuti mi siedo alla fermata del tram. Verso le 19 entro. Mi stavano aspettando. WOW! Mi accompagnano nel salone, vestaglia e voilat nella mia postazione. Una signora si siede con uno sgabello di fianco a me dicendomi che mi avrebbe fatto la manicure…. la manicure???? Arriva il parrucchiere mi stoccaccia i capelli e poi mi fa andare al lavatesta. Allunga la poltroncina e incomincia un fantastico massaggio alla schiena… susseguito da un massaggio alla testa. Ritorno dalla signora della manicure e mentre il parrucchiere mi asciuga i capelli, lei mi fa una fantastica manicure. Terminato mi invitano a partecipare all’aperitivo e mi regalano una pochette con volantini e un bagnoschiuma. Apro il listino e…. 30€ la piega e 20€ la manicure…. bè 50€ risparmiati.

Nel frattempo la mia amica mi raggiunge andiamo verso il centro. Tappa da Burgher King (mannaggia!) e poi via per le vie della moda.

Forse era presto o forse quest’anno non c’era il “casino” degli altri anni. Ma la situazione era vivibile. 180 mila persone? Ma! Io non ho visto tutta questa gente. Alcuni negozi erano solo aperti ma completamente vuoti. Altri avevano dj e cocktail, ma rispetto agli altri anni poca roba. Omaggi zero, solo un paio di shopper prese al volo ma null’altro.